In alternativa all’acqua potete usare 2 cucchiaini di vaselina. Il bicarbonato di sodio si può applicare puro direttamente sulla zona colpita oppure facendo impacchi con una soluzione ottenuta mescolando il bicarbonato con poca acqua o poco succo di limone. Di solito il primo focolaio di herpes genitale produce i sintomi più forti, e i sintomi da focolai successivi (che riattivano il virus) sono più miti. Sicuramente, però, un grande strumento di difesa da questo virus ci viene fornito da una corretta alimentazione. Vediamo quest’oggi come impiegare alcuni dei molti rimedi naturali per curare l’herpes labiale. Premesso che non esiste nessun rimedio in grado di debellare il virus dall’organismo (rimane latente per l’intero arco della vita), e che lo stesso si manifesta quando le difese immunitarie sono basse, si può affermare che la cura migliore è la prevenzione. Infatti, questo prodotto delle api è ricco di pinocembrina e galangina (due flavonoidi) che esercitano una potente azione antimicrobica e disinfettante.

Questo periodo corrisponde ad un punto d’arrivo della propria attività. Questo prodotto naturale si ritrova in una formulazione erboristica contro l’Herpes non tanto per le capacità di contrastare il virus, piuttosto per proteggere la cute lesa dalla desquamazione (sintomo che consegue l’attacco del virus); nella nori, si registrano abbondanti quantità di acido gamma-linolenico, indispensabile per rigenerare i fosfolipidi di membrana dei fibroblasti. Da usare come impacchi, infusi o sotto forma di tintura madre. Il dolore, invece, potrebbe durare anche alcuni mesi in quanto le terminazioni nervose colpite restano lesionate per diverso tempo. E’ di fondamentale importanza ai fini di una corretta terapia l’applicazione di uno strato di crema ogni 4 ore (notte esclusa) per almeno 5 giorni fino ad un massimo di 10. Fondamentale mantenere sempre protette le labbra con una pomata a base di fospidin, ceramidi, boswellia, burro di karité. L’aglio aiuta a migliorare la circolazione sanguigna, previene problemi cardiovascolari, è consigliato per le persone che soffrono di diabete, aiuta a ridurre il colesterolo, combatte i radicali liberi e aiuta a prevenire una gran quantità di malattie.


La terapia farmacologica è d’obbligo, ma la si può affiancare con dei rimedi naturali. Lasciatelo riposare per dieci minuti, dopodichè lavate la parte interessata con acqua calda. L’estratto di equiseto è un altro rimedio naturale contro questo virus, all’interno dell’equiseto è presente la silice organica che ci consente di ristabilire l’equilibrio del nostro corpo andando a “rigenerare” le cellule danneggiate. Aceto. E poi, mattina e sera, applica un velo di burro di karitè. Essa, infatti, permette di rendere più rapido il processo di formazione delle crosticine. Creare un infuso con questa pianta e successivamente applicare sull’herpes.

Di solito il primo focolaio di herpes genitale produce i sintomi più forti, e i sintomi da focolai successivi (che riattivano il virus) sono più miti. L’herpes labiale può essere attenuato con del succo di limone, da applicare direttamente sulla parte critica. Burro di karité (Butyrospermum parkii) e cera carnauba (ricavata da Copernicia cerifera): la scelta di questi rimedi naturali per la preparazione dello stick è utile per  rivestire il prodotto conferendogli proprietà emollienti e protettive. Ecco alcuni rimedi naturali per attenuare i sintomi e, in alcuni casi, bloccarne lo sviluppo. A scopi medicinali occorrerebbe selezionare almeno un miele di Manuka MGO100+, quasi sempre più che sufficiente anche per l’applicazione sulla pelle e sulle ferite. Spesso l’herpes zoster è una malattia debilitante e per questo si consiglia l’assunzione di integratori di vitamina B e dell’aminoacido lisina. Per prevenire la comparsa dell’orzaiolo è fondamentale una pulizia accurata e costante di occhi e mani ed evitare di toccarsi frequentemente gli occhi.

Normalmente si verifica tra i 45 e i 55 anni, ma ci sono eccezioni in un senso e nell’altro. Discorso analogo anche il succo di limone che con la sua acidità aiuta le fastidiose bollicine dell’herpes a scomparire. La causa più frequente della gengivite è dovuta ai batteri che, dopo aver sopraffatto il sistema immunitario, riescono ad attaccare i tessuti gengivali dando così luogo all’infiammazione. Ciò vale soprattutto nell’eventualità in cui si manifestino altri sintomi, come la febbre. Il virus che causa questa malattia è quello della varicella. Eritema a “pelle di leopardo”. L’aglio è un potentissimo antisettico (antibiotico naturale) che riesce a disinfettare l’herpes labiale o genitale, eliminandolo nel giro di poco tempo.

forte prurito sul cuoio capelluto, dermatiti e piccole ‘pustole’ su capo, collo e spalle che a volte possono infettarsi e riempirsi di liquido. Anche i virus causano infezioni, ma sono troppo primitivi per essere classificati come organismi viventi. L’herpes labiale è una malattia molto comune, dolorosa e fastidiosa, che rende difficile alcune semplici attività come mangiare. Per secoli il tanaceto, una pianta erbacea a fiori gialli, è stato utilizzato in qualità di rimedio della medicina popolare, ma grazie ad alcuni studi scientifici è stata confermata la sua azione benefica nel trattamento dell’herpes. Definita la malattia del bacio, la mononucleosi è una malattia virale molto diffusa nel mondo e si calcola che il 90% circa delle persone sopra i 35 anni d’età abbia sviluppato gli anticorpi contro tale patologia.